fbpx

Disturbo Boderline

Il disturbo boderline di personalità è caratterizatto da instabilità delle relazioni interpersonali, dell’immagine di sè e dell’umore e da una marcata impulsività e difficoltà ad organizzare in modo coerente i propri pensieri.

Questo disturbo implica, per chi ne soffre, una grande difficoltà a gestire e controllare la propria emotività che è in balia di cambi repentini. Le persone con questo disturbo, anche se dotate di molte risorse personali e sociali, realizzano con difficoltà e fatica i propri obbiettivi.

Il disturbo boderline viene diagnosticato prevalentemente negli individui di sesso femminile.

L’emotività estrema ( possono vivere momenti di tranquillità e rapidamente sentire una forte tristezza, rabbia o senso di culpa) ha ripercussioni sui vari aspetti della vita. Questi soggetti non possono contare su una percezione di se stessi stabile, che fornisca all’esperienza un supporto di continuità. Le relazioni sono contraddistinte da intensità e brevità. Spesso agiscono impulsivamente, senza riflettere sulle conseguenze delle proprie azioni.

Un altro sintomo è il sentimento di vuoto e abbandono, spesso associati a una incapacità di restare soli, ossia, senza l’altro non esistono. Loro spesso tendono ad idealizzare le persone e rapidamente svalutarle. La percezione della separazione o perdita possono portare ad alterazioni anche profonde dell’immagine di sè, dell’umore e del comportamento.

Gli individui con disturbo boderline manifestano comportamenti pericolosi come l’autolesionismo, abuso di sostanze stupefacenti, ecc. Sono anche comuni le interruzioni di percorso di vita come licenziamento, divorzi, ritiro da scuola, ecc.

Allora, come si può trattare il disturbo boderline di personalità . La mancanza di riferimenti significativi incide sulle capacità di mantenere un senso di sè più costante. Con la psicoterapia se può costruire quel riferimento interiore. In alcuni casi è necessario anche un supporto farmacologico.

Se hai dei dubbi , cerchi aiuto di un psicologo, sicuramente lui potrà aiutarti ,

Saluti,

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Help me
No Category
Rosa Arena

La relazione d’aiuto

Rogers nel 1951 ha definito la relazione d’aiuto come una relazione in cui almeno uno dei due protagonisti ha lo scopo di promuovere nell’altro la

[ + ]

Contattami

Julia psicologa

Contattaci

Mondo olistico - equilibio e benessere