fbpx

Equinozio di primavera, il risveglio della natura

Un momento importante nella ciclicità della vita, l’ equinozio di primavera.

La parola equinozio deriva dal latino aequinoctium e significa ‘notte uguale al dì’. Infatti la caratteristica fondamentale dell’equinozio di primavera è che la durata delle ore di luce è quasi uguale alla durata delle ore di buio.

Si tratta del momento della rivoluzione della terra intorno al Sole in cui quest’ultimo si trova perpendicolare all’asse di rotazione della terra che si verifica due volte nell’anno solare.

In occasione degli equinozi, la separazione tra zona illuminata e zona in ombra della Terra passa per i poli e le ore notturne si equivalgono a quelle diurne (12 ore per ogni fase).

Equinozio infatti viene dal latino equi-noctis, che significa “notte uguale” (al giorno, o meglio, al dì).

Dal giorno dopo l’equinozio di Primavera le giornate continueranno ad essere sempre più lunghe e la Natura proseguirà nel suo risveglio. Sin dalla notte dei tempi, l’equinozio di primavera è ritenuto uno dei momenti più importanti dell’anno dal punto di vista simbolico e per questo considerato sacro.

Spesso associato alla fertilità, all’inizio di un nuovo ciclo, alla resurrezione, è stato ed è celebrato da tutti i popoli con particolari riti e liturgie.

La primavera è infatti la stagione delle nozze sacre, in cui il dio e la dea si accoppiano per generare.

Da qui i famosi rituali propiziatori, spesso basati sul concetto di sacrificio (morte) e di successiva rinascita, con accensione di fuochi rituali.

Nelle varie culture, i miti legati all’equinozio e alla primavera ci raccontano dell’unione di un simbolismo celeste con uno terreno, di cielo e terra, di sole e luna, del dio e della dea e, più in generale, del matrimonio (perfetto, direbbero gli alchimisti) tra il maschile e il femminile.

Ad esempio, nell’antica Grecia, Persefone torna in primavera ed estate dagli inferi, dopo esservi rimasta per sei mesi con Ade, per far rifiorire la Terra. E sempre nel mondo ellenico, dopo l’equinozio si celebravano le Adonìe, feste della resurrezione del bell’Adone, amato da Afrodite e ucciso dal dio Ares per gelosia.

In Mesopotamia, come del resto nell’antica Roma, con l’equinozio di primavera si dava inizio al nuovo anno, mentre in Egitto si celebrava, e si celebra tutt’ora, lo Sham el Nessim, il rinnovo della vita, durante il quale si consumano uova bollite e dipinte.

L’equinozio di marzo corrisponde al primo giorno della primavera, la stagione simboleggiate da sole e luna, si uniscono ancora per ridare nuova vita: la Natura si rigenera, le piante germogliano, gli animali escono dal letargo, si accoppiano.

Tutto rinasce attorno a noi, in un’esplosione di vita. E così, anche dentro di noi avviene la trasformazione. Veniamo da un periodo buio, di freddo, di attesa. Veniamo dal solstizio d’inverno, in cui il sole ha raggiunto da noi la massima distanza che poteva.

È stato un periodo di macerazione, di riflessione, il periodo in cui siamo, chi più chi meno, scesi nella nostra grotta interiore. Adesso è il momento della purificazione, della rinascita.

L’equinozio di primavera è il momento per aprirsi ai sentimenti e per viverli nella loro pienezza. È il momento di fare un passo in avanti nel lavoro interiore, grazie alla forza, al coraggio e alla voglia di vivere che dall’equinozio in poi sboccia dentro di noi, come per magia.

La primavera scioglie, in una possente espirazione, gli spiriti della natura: essi sorgono dalla tomba dell’inverno, si innalzano nell’atmosfera sino a sfiorare le orbite dei pianeti e a percepire le leggi eterne delle stelle.

E tu cosa ne pensi del Equinozio di primavera? scivilo in basso nei commenti

Share this:

11 risposte

  1. Heya i am for the first time here. I came across this board and I find It truly useful & it helped me out much. I hope to give something back and help others like you aided me.

  2. Excellent blog right here! Additionally your site a lot up very fast!
    What host are you using? Can I get your affiliate hyperlink
    on your host? I desire my website loaded up as fast
    as yours lol

  3. Thank you for the good writeup. It in fact was a amusement account it.Look advanced to more added agreeable from you! However, how can we communicate?

  4. Attractive section of content. I just stumbled upon your website and in accession capital to assert
    that I get in fact enjoyed account your blog posts. Anyway I’ll be subscribing to
    your augment and even I achievement you access consistently fast.

  5. always i used to read smaller articles which as well clear their motive, and that
    is also happening with this paragraph which I am reading here.

  6. Tremendous issues here. I’m very happy to see your post.
    Thank you a lot and I am looking forward to contact you. Will you kindly drop me a mail?

  7. I’ve read several excellent stuff here. Certainly worth bookmarkingfor revisiting. I wonder how a lot effort you place to create this kind of excellent informative website.

  8. First of all I want to say fantastic blog! I had a quick question in which I’d like to ask if you don’t
    mind. I was curious to find out how you center yourself and clear your mind prior
    to writing. I’ve had a difficult time clearing my thoughts in getting my
    thoughts out there. I truly do take pleasure in writing however it
    just seems like the first 10 to 15 minutes are lost simply just trying to
    figure out how to begin. Any recommendations or hints?

    Appreciate it!

Lascia un commento

Ultimi articoli

Help me
No Category
Rosa Arena

La relazione d’aiuto

Rogers nel 1951 ha definito la relazione d’aiuto come una relazione in cui almeno uno dei due protagonisti ha lo scopo di promuovere nell’altro la

[ + ]