fbpx

Prevenire il Suicidio

Nel mese di settembre, stiamo osservando la campagna del “settembre giallo” a favore della prevenzione al suicidio.

Tutto è iniziato con la morte di un giovane americano suicida. Al funerale, i suoi amici hanno portato cartelli e braccialetti gialli con un messaggio scritto: ” se hai bisogno, chiede aiuto”. A partire da quel momento, questo messaggio si è diramato ovunque e l’OMS ha istituito per il 10 settembre, il giorno mondiale alla prevenzione al suicidio.

Il suicidio è un fenomeno complesso con vari fattori determinanti, che può riguardare qualsiasi persona di qualsiasi classe sociale o di qualsiasi età. Ma la cosa importante da sapere è che può essere prevenuto. Per questo è fondamentale riconoscere con attenzione i vari segnali ( non devono essere considerati isolatamente, ma nel loro complesso):

-Isolarsi

-Mancanza di speranza

-Sentirsi in colpa e bassa autostima

-Malattia psichiatriche

-Problemi comportamentale e manifestazione verbale di suicidio

-Parlare molto di morte o preoccuparsi con la propria morte

-Espressione come “voglio sparire”, “voglio dormire e non pensare a niente”, “lascierò tutti in pace”

Esistono vari fattori che possono contribuire, anche se non sono determinante per il suicidio, ma che insieme ai segnali già citati sopra, meritano attenzione: perdita del lavoro, discriminazioni di qualunque tipo, aggressioni fisiche e psicologiche, conflitti famigliare, morte di una persona cara,problemi economici, mallatie croniche, ecc.

Se tu conosci qualcuno che sta affrontando queste problemi, tu puoi aiutarlo dialogando con lui, accompagnandolo in posti adeguati per chiedere aiuto professionale e proteggendolo se esiste un pericolo imminente. Non lasciarlo solo e assicurati che questa persona non abbia accesso ad armi, medicine , prodotti chimici, ecc.

Per cercare aiuto tu puoi contattare un psicologo o un psichiatra. In Italia si può chiamare il 112 carabinieri, il 118 l’ambulanza e c’e anche il telefono amico, ogni giorno dalle 10 alle 24 ( 0223272327). In Brasile si può chiamare il centro di valorizzazione della vita (CVV) 188, che funziona 24 ore su 24.

Prevenire è possibile! Divulga queste informazioni a tutti i tuoi conoscenti. Tu puoi fare la differenza, puoi salvare una vita!

Cordiali saluti,

Share this:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Help me
No Category
Rosa Arena

La relazione d’aiuto

Rogers nel 1951 ha definito la relazione d’aiuto come una relazione in cui almeno uno dei due protagonisti ha lo scopo di promuovere nell’altro la

[ + ]

Contattami

Julia psicologa

Contattaci

Mondo olistico - equilibio e benessere